Introduzione alla Expo di Milano

L’Esposizione Universale di Milano, detta sinteticamente Expo, è un evento che si è svolto nel capoluogo lombardo dall’1 maggio al 31 ottobre 2015. Il tema fondamentale su cui si è basata l’esposizione è stato dettato dalla frase “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Non a caso, infatti, abbiamo visto all’Expo 2015 la partecipazione di molte aziende che si occupano di alimentazione, di educazione alimentare e di organizzazione di dibattiti intorno ad argomenti come gli OGM e la mancanza di cibo in alcune zone del mondo.

Già nel 1906 a Milano si era svolta un’altra Esposizione Internazionale, che aveva avuto come tema principale i trasporti. All’Expo 2015 hanno partecipato ufficialmente 141 organizzazioni, comprese quelle di carattere internazionale, come anche l’ONU e la Commissione Europea. Il nostro Paese, in quanto Paese ospitante, ha avuto un padiglione dedicato.

I temi fondamentali dell’Expo 2015

Sulla scia del filone principale dell’Esposizione Universale di Milano del 2015, sono state tirate in ballo alcune tematiche essenziali, come le tecnologie, l’innovazione, la cultura e le tradizioni, con il loro legame con l’alimentazione e il cibo. Il filo conduttore è stato quello di giungere ad una concezione comune di alimentazione sana, che sia sufficiente anche per tutti gli abitanti della Terra.

Si calcola che nel 2050 in tutto il mondo ci saranno circa 9 miliardi di persone, per cui non è detto che la qualità e la quantità del cibo possano essere disponibili per tutti. Quindi all’Expo si è affrontato il problema del possibile esaurimento delle risorse naturali e poi ancora si sono presi in considerazione la sicurezza alimentare, la ricerca, le tradizioni alimentari basate su elementi etnici, la preservazione della biodiversità, gli strumenti di controllo e di innovazione, come le biotecnologie, e le nuove fonti alimentari, che potrebbero essere sfruttare nelle aree del mondo in cui non si è sviluppata l’agricoltura o in quelle minacciate dalla desertificazione.

I padiglioni tematici dell’Expo

Vari padiglioni sono stati allestiti all’Expo di Milano. Fra i più importanti possiamo ricordare il Padiglione Zero, con le migliori esperienze di sviluppo sostenibile nell’ambito della sicurezza alimentare, il Parco della Biodiversità, il Children Park, il Future Food District e l’Arts & Foods, con proposte che esaminavano la relazione fra arte ed alimentazione.

L’importanza della pubblicità

Uno dei punti cardine di questo evento, che ha contribuito ad aumentarne la portata, è stato sicuramente il forte lavoro pubblicitario che c’è stato dietro, sia prima che durante. Un’agenzia di comunicazione di Milano come Smart Eventi è effettivamente in grado di trasformare qualunque evento da “fallimento” a “successo”, in pochi passi, ma ben studiati e pianificati. Possiamo sicuramente dire che senza il grande tam tam che c’è stato dietro all’Expo, non solo in Italia ma giustamente in tutto il mondo, non avremmo avuto quello che, invece, è stato un’Expo da ricordare e che, ne siamo sicuri, passerà alla storia.